Luca Falchetti

Luca Falchetti

Domenica, 18 Dicembre 2016 18:53

Befana 2017!!!

Anche quest'anno Befane e Befani si festeggia in canoa sul Trasimeno.

Ci si trova a Monte del Lago venerdì 6 mattina intorno alle 09.00.

Partenza alle 9.30 direzione Polvese, giro dell'Isola e ritorno a MdL.

Una volta tornati e con gli abiti asciutti brindisi presso la sede del CCP.

Per le 11.00 dovrebbe essere tutto finito in modo che chi ha in programma abbuffate in famiglia non arrivi in ritardo.

Chi c'è c'è, chi non c'è non sa cosa si perde.

Verrà annullata solo in caso di nebbia fitta o vento forte o pioggia torrenziale. 

Martedì, 01 Novembre 2016 19:34

Il Signor Carlo

Riprese e montaggio Gabriele Pignattelli.

Colonna sonora Louis Armstrong e Ella Fitzgerald.

Con la partecipazione straordinaria del Lago Trasimeno.

Martedì, 01 Novembre 2016 18:32

Attività sociali: la dieta del canoista.

Il nutrizionista del CCP alla ricerca di nuovi piatti per aumentare le performances dei pagaiatori del CCP.

Martedì, 01 Novembre 2016 18:27

Attività Sociali

A 25 km di distanza gli uni dagli altri i canoisti del CCP pagaiano.

I Fluviali sul Tevere a Perugia.

I Lacustri sul Trasimeno a Monte del Lago.

 

Martedì, 18 Ottobre 2016 00:25

Il giorno di Pretola

Il famoso pagaiatore, cineoperatore e regista Gabriele Pignattelli ci omaggia di questa sua opera, celebrativa della giornata di "Canoa per tutti" promossa dal CCP sul Tevere in collaborazione con l'Associazione per Pretola e l'Ecomuseo del Tevere.

Domenica, 09 Ottobre 2016 21:03

Tutti in canoa sul Tevere...ad ottobre.

La mattinata di prove in canoa sul fiume è aperta a tutti quelli che sono curiosi di sapere come è fatta una canoa e come funziona ed a tutti quelli che, avendo provato la canoa al lago o al mare, non hanno mai provato l'ebrezza delle rapide del fiume.

E' una giornata aperta ovviamente a tutti i soci del CCP che vogliano fare una prova sul fiume  e dare una mano.

 

Domenica, 19 Giugno 2016 20:41

Trasilonga 2016: le foto.

Venerdì, 03 Giugno 2016 07:53

18 giugno Trasilonga n° XI

                                                                                                 

XI^ TRASILONGA

18 GIUGNO 2016

ISTRUZIONI PER L’USO

 

COS’ E’

La Trasilonga è una manifestazione canoistica amatoriale, volutamente non agonistica, che si propone l’obiettivo di riscoprire la bellezza del Lago Trasimeno e delle sue isole, pagaiando tra amici provenienti da altre Regioni e da altri Paesi, uniti dalla passione per la canoa.

La proposta si colloca nell’ambito di un più ampio progetto di valorizzazione dell’ambiente e della vocazione storico-culturale del comprensorio, sulla scia di altre iniziative che seguono la stessa direzione, a sostegno di un turismo eco-sostenibile e di uno sport in cui possano prevalere le ragioni di chi non vuole competere con il prossimo, ma stare semplicemente insieme assaporando la meraviglia della natura che ci circonda.

 

DOVE SIAMO

         Siamo a Monte del Lago (Magione) in Via dell’Università.

 

PERCORSI

La Trasilonga prevede un percorso di circa 25 km, con partenza da Monte del Lago in direzione Isola Polvese; da qui si punterà per le isole Maggiore e Minore, ove è prevista una sosta ed un piccolo ristoro; si ripartirà per Passignano dove si farà una sosta, per poi fare rientro a Monte del Lago.

L’organizzazione, tuttavia, si riserva la facoltà di variare l’itinerario, a seconda delle condizioni atmosferiche, onde garantire il massimo livello di sicurezza.

 

ORARI

Il ritrovo presso la sede del CCP è previsto per le 9.00, la partenza per le ore 10.00. Il rientro della Trasilonga è previsto per le 16.00. Intorno alle 19.00 è prevista la cena nel borgo di Monte del Lago.

SICUREZZA

La sicurezza in acqua sarà garantita dalla Protezione Civile di Passignano con due gommoni. A bordo di uno di questi ci sarà un medico, con attrezzature di primo soccorso, ed un paramedico in contatto radio con un’ambulanza che resterà a disposizione tutta la giornata.

Saranno poi presenti in zona le imbarcazioni della Polizia Provinciale e dei Carabinieri.

Sembrerà un ritornello noioso ma ricordiamo a tutti i canoisti che:

il salvagente va sempre indossato

il paraspruzzi deve essere indossato e chiuso sul pozzetto

la canoa deve essere inaffondabile

altrimenti la sicurezza in acqua rimane solo …acqua fresca.

Si procederà quindi ad un controllo della dotazione standard di sicurezza (salvagente, paraspruzzi, canoa inaffondabile). Nel caso in cui la dotazione risultasse insufficiente la persona verrà esclusa dalla manifestazione.

Prima della partenza si procederà poi ad un piccolo briefing su sicurezza e comportamento in acqua.

Si ricorda anche che la Trasilonga è una “passeggiata” e non una corsa a cronometro, si prega così i partecipanti di voler tenere d’occhio il resto del gruppo e quindi rallentare o fermarsi nel caso in cui questo si allunghi troppo.

Questo perché sia che il Lago sia calmo ma soprattutto se il Lago si agita, l’azione di controllo delle imbarcazioni della sicurezza risulta del tutto inefficace se le canoe sono “sfilacciate” o troppo lontane tra di loro.

Per questo la barca di testa si riserva di fermare i canoisti in qualsiasi momento per consentire il ricompattarsi del gruppo.

Confidiamo molto sul rispetto di queste regole e su quella che potremmo chiamare “attenzione all’autosicurezza” che non è solo personale ma riguarda tutto il gruppo in acqua.

Puntualizziamo però che in qualsiasi momento i responsabili dell’organizzazione si riserveranno il diritto di escludere tutti quelli che non rispetteranno le regole o dimostrassero di non essere in grado di effettuare il percorso completo.

COME ISCRIVERSI

Inviando un’e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Il costo dell’iscrizione è di € 25.00 per i canoisti, € 20.00 per gli accompagnatori che volessero partecipare alla cena e € 20.00 per i canoisti che partecipano alla Trasilonga ma che non partecipano alla cena. Le quote saranno riscosse sul posto. La quota dei canoisti comprende il ristoro a pranzo e la cena. La quota degli accompagnatori la cena.

QUANDO ISCRIVERSI

         Anche domani !!!

Per motivi organizzativi che concernono la sicurezza in acqua e la preparazione del pranzo e della cena, ci si può iscrivere entro e non oltre martedì 14 giugno 2016. Segnalate anche il numero degli accompagnatori.

La riscossione delle quote inizierà dal venerdì sera.

 

DOVE ALLOGGIARE

Per chi volesse arrivare il venerdì o trattenersi anche domenica, sono presenti nelle immediate vicinanze di Monte del Lago, campeggi, alberghi, pensione, agriturismi.

Sul seguente indirizzo, internet   www.alberghi.regioneumbria.eu , sono  reperibili tutte le strutture ricettive del Comprensorio Trasimeno.

Informazioni c/o Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comprensorio Trasimeno(Comuni di Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Tuoro sul Trasimeno) Piazza Mazzini, 10 - 06061 Castiglione del Lago Tel. 075.9652484 / 075.9652738 - Fax 075.9652763 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

RIFERIMENTI TELEFONICI

Luca Falchetti 335/6773633

Lunedì, 23 Maggio 2016 20:02

Tutti in canoa sul Tevere: le foto.

Grande fatica ma grande soddisfazione.

Grande fatica perchè sul Tevere c'era tanta acqua e portare dei principianti in risalita fino alla prima rapida è stato impegnativo.

Grande soddisfazione perchè sono venute tante persone, soprattutto ragazzi, sia il sabato che la domenica.

Domenica prima di pranzo - bistecche e salcicce arrostite sul barbecue della pro-loco - eravamo a quota 21, poi sarà stato il pranzo, la stanchezza o perchè è arrivata un'altra ondata di ragazzi ma ho perso il conto preciso. 

Qualcosa più di trenta persone.

Seguiteci sul sito e/o su Facebook e vi terremo informati sulle prossime iniziative.

 

 

 

Lunedì, 16 Maggio 2016 21:25

Vogalonga 2016

 

Ricevo e pubblico l'articolo che mi ha inviato Carlo Pini e che è preso dal sito della VOGALONGA 2016, alla quale ha partecipato insieme a Lanfranco Lovato.

Quest'anno c'erano la bellezza di 1798 imbarcazioni che grazie al CCP sono diventate 1800, nonchè 7997 rematori di tutti i tipi che di nuovo, grazie al nostra prezioso contributo, sono diventati 8000.

 

Tutto è pronto per la Vogalonga 2016!

Confermati programma e percorso: la Vogalonga si svolgerà domenica 15 maggio… Attesi moltissimi vogatori, italiani e stranieri, che parteciperanno a bordo delle loro barche a remi!
Giunta all’edizione numero 42, la Vogalonga di Venezia è una delle più importanti manifestazioni remiere veneziane, un grande evento all’insegna della tradizione ma soprattutto del rispetto verso l’ambiente.

La storia della Vogalonga ha inizio negli anni Settanta con una semplice regata a Venezia tra amici su tipiche ‘mascarete’.

Da qui è nata l’idea di indire una regata molto più grande, allo scopo di portare all’attenzione della gente il problema della salvaguardia di Venezia dal moto ondoso - causato dalle imbarcazioni a motore, sempre più numerose - e di ripristinare le antiche tradizioni veneziane.

La partenza della Vogalonga venne fissata nel Bacino San Marco, da sempre punto chiave del traffico veneziano: il giro della Vogalonga avrebbe poi compiuto un percorso di circa 30 Km, attraverso le zone più suggestive e pittoresche della città!

L’8 maggio 1975 nessuno si sarebbe aspettato uno spettacolo tanto emozionante: più di 500 silenziose imbarcazioni, l’acqua del Bacino di San Marco calma come non mai, il colpo di cannone a sancire l’inizio della regata Vogalonga ed il magico fruscio dell’acqua mossa da tanti remi insieme.

Come scrisse Delfo Utimpergher su Il Gazzettino ‘La Vogalonga fu una vera rivincita del remo sul motore, una riscoperta del suggestivo ambiente lagunare, un raduno popolare non per contestare qualcosa o qualcuno, ma unicamente per solidarizzare con Venezia. Tante mani protese verso la città per difenderla da uno dei suoi tarli più insidiosi, il moto ondoso’.

Con il passare degli anni, il successo della Vogalonga di Venezia cresce in maniera esponenziale fino a raggiungere un vero e proprio record del 2012 quando presero parte alla manifestazione ben 1802 imbarcazioni e più di 7.000 persone provenienti da tutto il mondo! In pochi anni a Venezia e nelle zone limitrofe sorsero numerose società remiere  che si dotarono di straordinarie ed originali imbarcazioni di rappresentanza a dieci, dodici e diciotto remi, riportando in vita un artigianato pressoché scomparso legato ad antiche usanze veneziane quasi dimenticate.

Come tradizione vuole, la partenza della Vogalonga 2016 avverrà in Bacino San Marco: la regata proseguirà poi attraverso i luoghi più affascinanti di Venezia e della sua laguna.

Una volta raggiunta Sant’Elena, la Vogalonga  costeggerà le isole delle Vignole, di Sant’Erasmo e di San Francesco del Deserto. A circa metà giro, la Vogalonga toccherà Burano e le isole di Mazzorbo, Madonna del Monte e San Giacomo in Paludo, per poi arrivare a Murano attraverso il Canal Grande.

Giunto a Venezia, il corteo della Vogalonga di Venezia 2016 sfilerà lungo il Canale di Cannaregio e il Canal Grande per poi terminare a Punta della Dogana, proprio di fronte a San Marco.

Il regolamento e la lunghezza del percorso della Vogalonga sono rimasti pressoché uguali nel tempo: circa 30 km da percorrere a bordo di imbarcazioni tassativamente a remi!

A conferma dello spirito non competitivo* che caratterizza questa spettacolare regata a Venezia fin dalla sua prima edizione, la Vogalonga a Venezia non prevede vincitori. I partecipanti che porteranno a termine il percorso fino al traguardo riceveranno una medaglia come semplice riconoscimento per aver partecipato a questa fantastica iniziativa per salvaguardare la città.

L’intento della regata Vogalonga è proprio quello di prendere coscienza del futuro di Venezia, da anni minacciata dal moto ondoso provocato dalle imbarcazioni a motore, sempre più presenti. Divenuta una delle più attese regate di Venezia, la Vogalonga, caratterizzata dalla tradizionale voga alla veneta, vuole diffondere il rispetto per la cultura, gli usi e costumi di Venezia, da sempre considerata la più bella città del mondo.